La Gioia del Vangelo

calendar

martedì 20 febbraio 2024

Martedì della I settimana di Quaresima

image of day
Dal Vangelo secondo Matteo 6,7-15
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Pregando, non sprecate parole come i pagani: essi credono di venire ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate. Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non abbandonarci alla tentazione, ma liberaci dal male. Se voi infatti perdonerete agli altri le loro colpe, il Padre vostro che è nei cieli perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonerete agli altri, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe».
Commento
Invocazione allo Spirito:
Vieni Spirito Santo, donami la grazia di lasciarmi plasmare dalla tua parola e la forza di stare nel confronto con te. Vieni Spirito Santo fai ardere il mio cuore e vibrare la mia vita con il tuo amore.

La prima cosa che mi colpisce è che la preghiera non è opzionale, dice "voi pregate così", non "quando vi capita di pregare fatelo così". La preghiera è come l'aria, essenziale, così come il legame con il Padre. A volte mi capita di dare queste due cose per scontato e nasce in me una certa inquietudine, benedetta direi, che si rasserena solo con l'Incontro e mi aiuta a ri-cordare l'essenziale. La preghiera del Padre Nostro mette in discussione anche la mia fiducia nei Suoi confronti, richiama il mio egoismo che vorrebbe mettersi al centro e ricentra la mia vita nell'ottica del Suo amore. Infine sottolinea come il perdono debba essere un impegno anche da parte nostra, e questo svolterà il nostro modo di stare nella quotidianità: ci viene chiesto di vivere da figli redenti e amati. Riconoscere di essere stati perdonati, oltre che un dono, è anche una sfida altrettanto grande in quanto si scontra con l'orgoglio ed è una lotta continua che, se ci affidiamo al Signore, riusciremo ad affrontare e vincere grazie alla Sua incessante presenza e al Suo infinito amore.
Davvero la mia vita è centrata nel Signore?

Oggi disegno un punto colorato al centro di un foglietto e lo attacco sul frigorifero.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


giuseppe,fede

Matteo 1,1-16.18-23

by Primo Annuncio
storia,cuore

Matteo 1,16.18-21.24

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: