La Gioia del Vangelo

calendar

martedì 18 giugno 2024

Martedì della XI settimana del Tempo Ordinario

image of day
Dal Vangelo di Matteo 5,38-48
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio e dente per dente”. Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle. Avete inteso che fu detto: “Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico”. Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».
Commento
Spirito Santo, dono del Padre, crea in me un cuore nuovo, libero di donarsi; ispira tu i miei pensieri e i miei sentimenti.

Amare i miei nemici e pregare chi mi perseguita...
E’ una frase che mi ritorna spesso. Sicuramente nella mia vita ho ferito e sono stata ferita e quando vieni ferita nell’intimo, negli affetti più cari, pensare ad amare e pregare chi ti ha fatto del male sembra impossibile. Nasce in me un grande conflitto: da un parte Dio, dall’altra il mio io! E il mio io chiede giustizia, il mio io dice che non è giusto, come posso amare chi mi ha fatto male? Ma non devo correre, non devo permettere ai pensieri di rabbia, di odio, di oscurare il mio cuore, devo fermarmi su ciò che Dio mi dice: “Ama e prega!”. Non è facile, soprattutto quando il dolore è vivo, ma con il tempo ho compreso che la preghiera illumina il cuore, lo calma, mi fa sentire amata da Lui. Quindi come posso sentirmi amata e perdonata ma odiare e non perdonare un fratello che ha sbagliato? Sono forse perfetta io? Inoltre la preghiera mi fa capire che amare, perdonare, pregare fanno bene soprattutto a me! Dio è troppo avanti! Mi sta dicendo che se amo il mio cuore è felice, la mia vita è più serena; invece un cuore che odia e porta rancore vive giorni tristi. Voglio vivere nella tristezza? Assolutamente no! Se coltivo rose, nascerà un bellissimo roseto anche se c’è qualche spina, non coltivo gramigna….

Oggi compro un seme di un fiore che mi piace e lo coltivo con amore.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


gioia,veramente

Matteo 20,1-16

by Primo Annuncio
parole,pensare

Matteo 13,44-46

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: