La Gioia del Vangelo

calendar

martedì 10 ottobre 2023

Martedì della XXVII settimana del tempo ordinario

image of day
Dal Vangelo di Luca 10,38-42
In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi. Allora si fece avanti e disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta».
Commento
Due donne, una sola persona: la nostra. Noi siamo Marta e siamo anche Maria. Quando nel cammino della nostra vita abbiamo avuto il dono di incontrare il Signore Gesù, come Marta apriamo la porta e lo ospitiamo nella casa della nostra anima. Proviamo lo slancio del metterci a servizio. È bello farci toccare dalle sue parole e sentirci trasformati dalla luce che da esse promana, come per Maria. Noi creati ad immagine di Dio siamo, come la Trinità, comunione. Ma per noi essere e agire con cuore indiviso non è facile. Viviamo spesso in noi una sorta di lotta interiore tra le tante cose da fare, a cui pensare e dare le energie e i talenti e il non perdere di vista il senso e il fine del nostro agire. Questa pagina del Vangelo ci riporta alla fede incarnata. Le preoccupazioni, il lavoro non devono essere le spine tra cui soffochiamo il Vangelo. Ma custodiamo un terreno fertile in cui le parole e l’esempio di Gesù diano frutto. Marta offre a Gesù l’acqua dell’ospitalità generosa e il Signore le esprime tutto l’affetto che ha per lei, proprio nel richiamarla a non dimenticare la sorgente di quell’acqua. Quel suo nome ripetuto è carico di tanta dolcezza. Pensiamo di sentire Gesù che per due volte ci chiama quando anche noi smarriamo l’essenziale e la parte migliore della vita ci sfugge. Immaginiamo Gesù dirci: Stai con me, ai miei piedi ed io ti ristorerò e darò forza a ciò che farai. 

Nella giornata di oggi cerco un momento in cui mettermi alla presenza di Gesù e offrire al Suo cuore ciò che più chiede il mio sforzo.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


perch,signore

Luca 7,24-30

by Primo Annuncio
piano,persona

Luca 1,5-25

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: