La Gioia del Vangelo

calendar

venerdì 26 maggio 2023

San Filippo Neri

image of day
Dal Vangelo di Giovanni 21,15-19
In quel tempo, quando [si fu manifestato ai discepoli ed] essi ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pascola le mie pecore». Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse "Mi vuoi bene?", e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore. In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi». Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E, detto questo, aggiunse: «Seguimi».
Commento
Mi sento pienamente coinvolto dalla domanda di Gesù a Pietro, la sento rivolta anche a me. Gesù mi chiede se lo amo sopra ogni cosa. L'amore per Lui deve superare ogni amore umano, anzi, è proprio dal Suo amore che riesco a volerGli bene, a donare tutto me stesso e ad amare ogni fratello. Gesù lo chiede tre volte, vuole esser certo della sequela (“Nessuno che mette mano all'aratro e poi si volge indietro è adatto per il Regno di Dio”); chiede tutto perché vuol darci molto di più, il centuplo. Mi colpisce molto di quanto Gesù si fida di Pietro, si fida di me, nonostante il rinnegamento e l’infedeltà. Ma poi mi mette "in guardia": la vita, quando la doni, non è più tua, un altro ti cinge la veste e ti porta dove non vuoi. Lo sperimentiamo ogni giorno, chi nel matrimonio, chi nella vita consacrata. Ti fidi di Dio e ti affidi all'altro, fino a dare la vita. Probabilmente non ci è chiesto il martirio di Pietro ma un altro tipo di martirio, il morire a noi stessi. Gesù ci dice: "Seguimi". Ma io sono suo discepolo? Mi rendo conto che Lui non mi ha amato per scherzo (come disse a Sant'Angela di Foligno) e si fida di me? Che bella l'espressione di Pietro: "Tu lo sai", per due volte, e infine "tu sai tutto!". Riconosce che il Maestro sa tutto di Lui, non ha nulla da nascondere.

Spirito Santo, rendimi capace di rispondere alla chiamata di Cristo che ogni giorno mi dice "Seguimi". Dammi forza in ogni circostanza della vita, per riuscire a pascere la pecorelle che mi sono affidate.
Aiutaci a diffondere il Vangelo

Condividilo sui Social


Ti Potrebbe interessare anche:

Continua a leggere la Parola di Dio


verit,regno

Luca 19,45-48

by Primo Annuncio
chiesa,tabernacolo

Giovanni 18,33b-37

by Primo Annuncio
App Disponibile su Google Play App Disponibile su Apple Store
Ufficio per il Primo Annuncio - Diocesi di Bergamo
Chi siamo - Archivio - Contattaci - Privacy
Seguici su: